Parigi, liberata una delle due donne in ostaggio in un negozio – Mondo


Una delle due donne trattenute in ostaggio da un uomo all’interno di un negozio nel centro di Parigi, rue d’Aligre nel quartiere della Bastiglia, è stata liberata. La donna è “indenne”, precisano fonti della prefettura.

“Le trattative sono ancora in corso con la BRI”, le teste di cuoio francesi, che continuano a trattare con l’individuo, ancora asserragliato all’interno insieme all’altra donna trattenuta in ostaggio.

L’uomo si sarebbe chiuso all’interno del negozio di ferramenta assieme alle due donne e avrebbe poi tirato giù la saracinesca. La polizia esclude la pista del terrorismo. Si tratterebbe di un tunisino di 56 anni, Abderaman B.J. residente in un centro di accoglienza, che sarebbe già noto agli agenti per precedenti psichiatrici ma non è ritenuto pericoloso.

 Tra le richieste avanzate dall’uomo alla polizia, quella di essere messo in contatto con il ministro della Giustizia, Gérald Darmanin e di poter parlare con un negoziatore della Brigata di Ricerca ed intervento (Bri) della polizia francese.

Il vicesindaco di zona, Emmanuel Grégoire, invita la cittadinanza ad “evitare l’area e a seguire le indicazioni della prefettura di polizia”. Un ampio perimetro di sicurezza è stato innalzato tra il Faubourg Saint-Antoine et la rue Crozatier, dice Samuel, un testimone residente nel quartiere, citato dalla France Presse. Per l’intervento sono state mobilitate decine di auto della polizia, motociclisti, militari della forza antiterrorismo nonché un camion della Bri.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA